Magashegyi Underground

1093775_494547553953030_655906868_o

Magashegyi Underground in un concerto nell’estate del 2014 a Debrecen

Magashegyi Underground è un gruppo rock alternativo attivo dal 2004 formato da 5 musicisti: Bíborka Bocskor (voce), Gábor Fűrész (basso), Máriusz Fodor (tastiere), Miklós Toldi (batteria), Mátyás Szepesi (chitarra).
Nati da una costola dei Kaukázus, band universitaria di Máriusz Fodor, la band ha un suono fortemente caratterizzato dalla voce della cantante Biborka Bocskor, rivelazione di un talent show all’età di 26 anni. Tuttavia è solo nel 2007 che i Magashegyi Underground raggiungono il successo con il disco Szeplős Váll.

La band prodotto altri 5 album in studio: Ezer Erdő, Tegnapután, Ezer város, Szívtakarítás e Ragyogás.

Le canzoni più importanti sono sicuramente Rázzál fel, che chiude spesso i loro concerti,

Álmatlanság, probabilmente la più conosciuta,

Rongyolódó, uno cavallo di battaglia per i vecchi fan!

Ai giovani ungheresi piace molto questa band perché ha un suono dinamico, allegro e colorato. Se non la conoscete, venite al Campus Fesztivál per il prossimo concerto in città!

Barbara Balázs e Gwendolin Kovács

Annunci

Gli scoppiettanti Kowalsky Meg a Vega!

Il cantante Kowalsky Balázs ha fondato un gruppo nel 1999 ed è tuttora in attività. Il suo nome è Kowalsky Meg a Vega ed è formato da cinque membri: oltre a Kowa (così si fa chiamare Balázs) ci sono Jimmy al basso, Sóder alle percussioni, Carlos alla chitarra. La band ha pubblicato il primo disco col nome di Forradalmi Egylet (L’Associazione Rivoluzionaria) nel marzo del 2013 realizzando il video musicale di Ami fontos (Ciò che è importante).

Il settimo album in studio della band, Még nem éden (Non è ancora il Paradiso) uscito nel mese di aprile 2014, contiene successi come Amilyen hülye vagy (Come sei stupido) o Bölcsődtől a sírodig (Dalla culla dalla tomba) in collaborazione con il gruppo FankaDeli. L’album ha avuto subito un successo immediato nel mercato discografico: tre settimane dopo la sua uscita è diventato disco d’oro e disco di platino nelle sei settimane successive.

La canzone più famosa del gruppo, Varázsszavak (Parole magiche), è una composizione pop-rock ed è anche la mia preferita specialmente per queste parole che per me parlano di verità:

L’uomo è il progetto più bello di Dio
Corpo, anima e mente.
Solo per essere amati,
Nient’altro che questo.

L’ultimo concerto dei Kowalsky Meg a Vega a Debrecen si è tenuto al Lovarda lo scorso 11 Aprile registrando il tutto esaurito. Ma non disperate, la band tornerà in città il 25 luglio per il Campus Fesztivál!

Lúcia Orbán