Volt egyszer, un bar carinissimo

volt2

Volt egyszer è una caffetteria molto carina e il suo nome significa in italiano “C’era una volta”. Si chiama così per ricordare quando un tempo le persone andavano al bar dopo il lavoro per rilassarsi.

volt3

Il locale si trova nel centro della via principale di Debrecen, via Piac. Si sta molto bene, l’atmosfera è tranquilla, c’è sempre tanta musica rilassante ed i camerieri sono molto carini. Non possiamo comprare alcol, ma ci sono tanti tipi di caffè, cocktail speciali e molto altro ancora! Si possono anche prendere delle bibite da portare via.

volt4

Volt egyszer è frequentato da persone di tutte le età, dai 15 anni in su, a volte anche da anziani ed è sempre molto affollato: spesso, infatti, non ci sono posti liberi, però i camerieri provano sempre a risolvere il problema velocemente.
All’interno si vende anche il merchandising ufficiale del bar, noi per esempio, abbiamo comprato qualche prodotto e ne siamo contenti.
C’è anche una raccolta punti: ogni volta che si beve o si mangia qualcosa è possibile raccoglie un timbro; arrivati al 10mo è possibile ricevere un caffè o una bibita gratis.

volt5

Volt egyzer è la nostra caffetteria preferita, la consigliamo a tutti!

Laca Balogh e Dani Deák

Éljen Kolumbusz!

1492.október 12-e van , amikor a genovai utazó felfedezi az “Új Világot” (véletlenül, mind ismerjük a történetet). Nem Indiát találta meg Kolumbusz, de – szerencsénkre – Amerikát, ami amúgy is egy nagyon gazdag termőföld és amiről a felfedezést követő szállítmányokból a mi régi kontinensünkre is érkeznek különböző fajta gyümölcsök és zöldségek. Melyek a legismertebbek? Európa számára fontos zöldségek: bab, kukorica, krumpli, tök, paprika és paradicsom. Ráadásul még jött hozzá az ananász, a kakaó, kaktusz füge és a mogyoró.

corn-190014_640

Ezt a paradicsomot meg lehet enni?

Európában mégis évek teltek el, míg végre megértették ezeknek a felfedezéseknek a helyes használatát. Például a paradicsomot, aminek a magját használták először, mérgezőnek találták és csak dísznövénynek használták a parkokban. Hasonló sors jutott a krumplinak is, amit a kontinens első évszázadaiban csak állatok etetésére használtak. Csak később értek az európai házakba és konyhákba.
Nagy sikere lett a kukoricának, amit szintén Kolumbusz fedezett fel Kubában. Rögtön népszerű lett a spanyoloknál és a portugáloknál, ebből készítettek lisztet. A bab is gyorsan elterjedt, nagy részben a kertben termesztették és nagyon egészséges volt. Másik fajtáját ismerték az antik rómaiak és görögök is (ma már azt a fajtát nem lelhetjük fel).

Miket szállítottak be az európaiak Amerikába?
A gyümölcs és zöldég visszafelé is utazott. Kolumbusz felfedezése után az európai hajósok vittek az új kontinensre különböző ételeket. Így történt, hogy az amerikaiak megismerték a spárgát, az uborkát, az articsókát, a káposztát és a zellert. A gyümölcsöket, mint például a gránátalma, a szeder és a körte. A spanyol és francia kolóniák például bevezették az 1600-as években az articsókát Észak-Amerikában, Kaliforniában. Megérkezett a bogáncs is, ami gyomnövény lett, mert mivel nem volt hozzászokva az új körülményekhez (talaj), elárasztott mindent, nem értették hogyan kell művelni (termeszteni).
Külön kell beszélnünk a cukkiniről, amik tökféle. Amerikában felfedezték, majd az 1900 – as évek emigránsai átvitték magukkal az “Új Világba”. Végül itt van a spárga, ami a mediterrán partokon született és nőtt, mígnem Dél – Amerikában Peru vált a legnagyobb spárga termés beszállítójává a világon.

Róza Telepóczki

Il lecsó, un classico della cucina ungherese

11938084_841754892598310_540607352_n
Il lecsó è un piatto ungherese molto popolare ed apprezzato in Ungheria soprattutto durante l’estate, ma per il gusto degli italiani sarà di certo una pietanza invernale.

Ingredienti per 4 persone:
1 cucchiaio di lardo;
200 g di pancetta tagliate a cubetti;
3 pezzi di cipolla tagliata in semicerchi;
1,5 kg di paprika bianca,* tagliata in quattro parti;
800 g di pomodori tagliati in piccoli pezzi;

Soffriggere la pancetta nel lardo sciolto in una padella e aggiungere le cipolle da soffriggere. Poi si aggiunge la paprika con un po’ di sale e di pepe. Cuocere a fuoco lento per 5 minuti e successivamente mettere i pomodori nella padella. Continuare fino ad ebollizione. Quando il contenuto diventa come un “sugo” è pronto.

Servire con pane e un kisfröccs, una bevanda ungherese tradizionale.

Altre versioni

Lecsó rizzsel – Lecsó con il riso
Cuocere 200 g di riso in una padella a parte da mischiare al lecsó a cottura finita.
11948068_841754925931640_353268603_n
Kolbászos lecsó – Lecsó con salsiccia
Dopo aver soffritto le cipolle, aggiungere 100 g salsicca tagliata a pezzi nella padella e cuocere per 20 minuti.

11948240_841754922598307_229412044_n
Tojásos lecsó – Lecsó con le uova
Quando il lecsó è pronto, rompere un uovo e mescolare fino ad amalgamarlo.
11923000_841754832598316_1384777341_n
Buon appetito!

Vince Pál

*Tölteni való paprika, ossia paprika da stufato.

Il Túró Rudi, la mitica barretta di ricotta ungherese!

Il Túró Rudi è uno snack molto popolare in Ungheria ed è fatto con uno speciale tipo di ricotta ungherese, il túró. Di forma di cilindrica è ricoperto di cioccolato per una dimensione di circa 10 cm per un totale di 102 kcal per pezzo.

Il Túró Rudi nasce nel 1954 da tre comuni lavoratori ungheresi di prodotti caseari che sono andati in Russia per visitare le fabbriche sovietiche del settore. I tre uomini hanno trovato interessante un dolce russo rotondo fatto di ricotta e cioccolato chiamato mignon di ricotta. Gli ungheresi hanno trasformato il mignon in Túró Rudi avvicinandolo ai gusti ungheresi. Ritornati in ungheria, il prodotto ha avuto molto successo ed una fabbrica di Túró Rudi è stata aperta a Mátészalka, dove si trova tutt’ora.

Il Túró Rudi si distingue anche per il design della confezione di colore bianco con le macchioline rosse, una caratteristica molto importante, un vero e proprio tratto distintivo dell’azienda. Ci sono molte imitazioni del Túró Rudi in giro per l’Ungheria, ma solo il Pöttyös è il marchio originale, riconoscibile anche dal sapore tipicamente dolce, leggermente aspro per la ricotta e un po’ amaro per il cioccolato fondente.
Abbiamo varie versioni di Túró Rudi, per esempio con confettura di fragola, albicocca, ribes nero, crema alla banana, arachidi, nocciola, noce, marzapane e arancia. Pöttyös ha commercializzato anche un altro prodotto interessante, il Pöttyös Pötty, un piccolo mignon di ricotta rotondo, molto simile al suo avo russo, ripieno di crema disponibile in vari gusti.

Se vi capita di visitare l’Ungheria, dovete assolutamente provare il PÖTTYÖS Túró Rudi, così come recita lo spot pubblicitario:

A Pöttyös az igazi! – Il Pöttyös è quello vero!

Réka Szemán

Mangiare a Debrecen

Nella città di Debrecen è possibile mangiare in tanti posti diversi e in vari tipi di ristoranti. Quelli che seguono sono, secondo me, i locali migliori.

Csokonai Söröző és Étterem
Via Kossuth, 21

Non fatevi ingannare dalle apparenze, anche se il Csokonai è un seminterrato climatizzato di fronte al Teatro
Csokonai, presenta un servizio eccelente e i piatti ungheresi sono squisiti.

11291881_954441134621772_2101347412_n

Ikon
Via Piac, 23

E’ aperto soltanto da circa 3 anni, ma hanno già preparato tanti Debreceni páros* da poter percorrere la distanza tra Debrecen e Vienna, e tanta di quella pasta fatta in casa da unire Debrecen con Mosca.

Belga
Via Piac, 29

Si servono piatti ungheresi tradizionali e internazionali ed il locale offre una larga scelta di birre belghe. Nel giardino interno c’è un parco giochi e i cuochi mostrano le loro abilità davanti ai clienti creando un’atmosfera piacevole.

Barabás
Via Vár, 11

Oltre ad essere un ristorante molto frequentato, il personale organizza eventi imperdibili all’aperto come il Pulykanapok**, il Márton Nap*** o il Vacsoraszínház* i quali riscuotono solitamente grande successo. Si caratterizza per la cucina tradizionale e i buoni vini ungheresi.

11355551_954441437955075_809104465_n

Pálma
Via Simonyi, 44

E’ un dei ristoranti più antichi di Debrecen e si trova accanto a Nagyerdő (il Grande Bosco). L’interno del ristorante emana un’atmosfera mediterranea e il terrazzo è molto confortevole. Oltre alla cucina ungherese si possono gustare anche piatti internazionali come quelli italiani, messicani e tailandesi.

Melange
Viale Egyetem, 56

Collocato vicino all’Università, è sicuramente il ristorante dallo stile più europeo, ma è anche elegante e molto giovanile. La scelta delle pietanze è ampia e varia.

Pizza Via
Via János Arany, 2

La cucina è soprattutto italiana, ma si servono anche piatti ungheresi e internazionali. Questo ristorante è prestigioso, ma al tempo stesso piccolo e accogliente, l’ideale per gli eventi in famiglia.

11356120_954441731288379_964488043_n

Se siete appassionati di cucina internazionale, potete provare posti come questi:

Wasabi
Via Piac, 18

E’ un ristorante veramente orientale, basato sul gastronomia thailandese.

11348804_954441534621732_17258812_n

Kebap & Pizza House
Via Piac, 58

Specializzati in piatti come kebab, pane arabo e dolci turchi.

11291863_954441951288357_1133577938_n

Kashmir
Via Péterfia, 42-44

Se siete amanti della cucina indiana autentica, è il ristorante che fa per voi!

E inoltre non possono mancare i vari Fast Food come Mc Donald’s (Via Piac, 53; Debrecen Pláza, Via Füredi, 59; Via Kishegyesi, 2), Burger King (Fórum) e KFC (Fórum).

Se avete solo poco tempo per mangiare o volete fare colazione, è possibile anche andare in una panetteria. Ce ne sono molte a Debrecen, le più importanti si trovano in via Piac, via Csapó, via Batthyány, ma penso che uno delle migliori sia il Cortesi Látványpékség all’interno del Fórum.
11291896_954441387955080_2063113668_n

Ci sono anche tante pasticcerie, generalmente a conduzione familiare, come Mandula (Via Pál Ember, 23) e Kismandula (Via Ferenc Liszt, 10), dove si trovano dolci tanto delicati quanto spettacolari, e Gara (Piazza di Kálvin, 6; Via Piac 11-15) spaziosa, elegante e graziosa.

 11356219_954441497955069_1887490074_n

Inoltre ci sono Szőke (via Hatvan, 6; Via Úrrétje, 14) le cui sedi hanno entrambe un terrazzo, ma penso che quella in via Úrrétje sia migliore perché più elegante e suggestiva, e Gelati (Fórum) con i suoi dolci unici, crepes ed una vasta scelta di gusti per quello che è considerato uno dei migliori gelati di Debrecen.

11418283_954441271288425_217496709_n

E ci sono inoltre tanti bar, specialmente in Hal Köz, ma anche in via Piac, Via Csapó, al Fórum e a Debrecen Pláza dove viene offerta un’ampia scelta di bevande alcoliche e analcoliche, caffé e una grande quantità di biscotti, dolci o panini.
Mokka (Hal köz 3/A)Café Frei (Fórum) sono certamente i luoghi più interessanti.

11419826_954441357955083_458721987_n


Júlia Pamuk

*una tipica salsiccia ungherese
**il giorno del tacchino
***il giorno di San Martino che cade l’11 Novembre, dove si mangiano piatti a base d’oca
****una cena con spettacolo teatrale

Uno spuntino a scuola

Tra una pausa e l’altra cosa mangia uno studente ungherese quando viene preso da un languorino a scuola? Ce lo raccontano i ragazzi della classe 9nyd del Liceo Ady Endre di Debrecen.

Lunedì: toast alla francese (2 fette di pane con burro, prosciutto e formaggio) con ketchup e maionese; da bere un’aranciata.

toast alla francese

Martedì: fragole di giardino con lo zucchero accompagnata semplicemente con acqua minerale.

fragole

Mercoledì: pane integrale con burro, salame, formaggio e maionese sorseggiando una limonata.

pane burro e salame

Giovedì: una focaccina dolce da tè con burro e miele, l’ideale per bere una tazza di latte caldo.

focaccina

Venerdì: un panino con crema di formaggio, salame, uova e pomodori accompagnato da un té al limone.

panino