Una stanza per Magda Szabó

irogepIl prossimo passo per farvi conoscere la nostra Debrecen è una passeggiata letteraria. Abbiamo avuto la possibilità di visitare la stanza commemorativa dedicata a Magda Szabó, nellˈambito di una lezione universitaria. In questo articolo vi è tutto quello che abbiamo ascoltato su una delle autrici più importanti della letteratura ungherese.

Lˈunico luogo commemorativo aperto al pubblico e dedicato a Magda Szabó (1917-2007), scrittrice ungherese e vincitrice del Premio Kossuth, si trova a Debrecen nel Liceo Dóczy del Collegio Protestante di Debrecen. Si trova qui, perché Magda Szabó da bambina ha frequentato l’allora Istituto femminile Dóczy per 12 anni. E anche perché, dopo la laurea, ha insegnato in questo Istituto per due anni.

In omaggio alla sua alunna più famosa, il 5 Ottobre 2008 la scuola ha aperto al pubblico la stanza commemorativa che ospita l’eredità della scrittrice. Géza Tasi, figlioccio ed erede, ha collocato nel Liceo Dóczy quasi tutta lˈeredità materiale della scrittrice; il 5 Ottobre 2017 verrà inaugurato uno spazio più grande con una mostra permanente in ricordo di Magda Szabó. Fino a quel momento resterà aperto a tutti i visitatori interessati questo piccolo studio, boudoir.

«Gli oggetti esposti sono sistemati in unità tematiche», dice Istvánné Tankó, la vicedirettrice del Dóczy, mostrandoci la stanza. La prima parte ci mostra i ricordi del periodo in cui Magda Szabó frequentava lˈIstituto Dóczy: si può anche vedere la bacheca-ricordo della scrittrice preparata alla fine del Liceo, con tutta la classe e i suoi professori. Questi ultimi hanno avuto un ruolo importante nella sua scrittura. È stato il maestro Szondy ad iniziare Magda Szabó al percorso della scrittura, insegnandole che il mestiere della scrittrice comincia con la lettura e continua con lˈosservazione del mondo circostante.

La parte successiva della mostra è legata alle reliquie familiari: per esempio troviamo la Bibbia di suo padre Elek Szabó, i pentagrammati di sua madre, Lenke Jablonczay. Quest’ultima sarebbe potuta facilmente diventare una pianista di grande talento, se solo sua madre, la mercante Maria Rick, non avesse risparmiato sulla sua educazione musicale.

Passiamo ora alla scrivania, che è sistemata proprio così, come era nella casa della scrittrice in via Júlia: accanto alla macchina da scrivere si trova una foto in cui possiamo vedere Magda Szabó con il suo amato marito, Tibor Szobotka. La Bibbia, che era molto importante per lei, era la sua lettura costante.

img_20161020_124329Gli scaffali della libreria, come per la scrivania, riflettono una sistemazione realistica; tra i libri infatti troviamo gli oggetti e le foto cari alla scrittrice. La statuetta di Don Quijote, per esempio, le venne regalata da suo marito a Natale.

Si trova anche una specchiera nella stanza. In questa specchiera ci sono strumenti per preparare unˈacconciatura perfetta, cˈè la sua parrucca, il suo profumo preferito e tanti dei suoi gioielli. Per la scrittrice è sempre stato molto importante la cura del suo aspetto.

IMG_20161020_131258.jpgEssendo stata una delle autrici più note e riconosciute nel campo letterario in Ungheria, ha ricevuto diversi premi nella sua vita. Per esempio, le è stata conferita la Croce della Repubblica Ungherese e il Diploma di Dottoressa onoraria allˈAccademia Teologica Protestante di Debrecen. Il premio più prestigioso è stato quello donatole dal vescovo Gusztáv Bölcskei in occasione del suo 85esimo compleanno: la copia della maniglia della porta della Grande Chiesa.

Judit Tankó 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...