Műterem Galéria, Debrecen Batthyány u. 24

11017852_1540878769505674_2064352202778396607_n In pieno centro di Debrecen, in via Kossuth, se ci fermiamo per un momento possiamo ammirare il Teatro Csokonai costruito in stile romantico, ma se ci voltiamo dall’altra parte, c’è una piccola stradina, via Batthyány, nella quale ci sono vari tipi di negozi, ristoranti, una sala da tè, Carpe Diem. Verso la fine della stradina, c’è una galleria piccola, ma molto graziosa. L’ingresso, un portone in stile ottocentesco, porta in un cortile dove c’è un piccolo bar: proprio lì di fronte c’è una scaletta che conduce all’entrata della galleria, un piccolo edificio antico, ma all’interno ristrutturato, con tante finestre a forma d’arco.

P1210169

Nella galleria ci sono soltanto tre vaste sale da mostra dall’acustica naturalmente echeggiante che crea un’atmosfera suggestiva. Essa richiede ai visitatori silenzio ed attenzione per ammirare gli oggetti e i quadri esposti, nonostante lo spazio interno sia adatto solo per una esposizione alla volta.

Questa estate, tra il 20 Giugno e l’8 Agosto, gli amanti dell’arte moderna e della cultura possono vedere una mostra di József Pinczés, un giovane pittore nato a Debrecen e laureato all’Accademia di Belle Arti di Budapest. Kiengedted a meleget, beengedted a hideget (Lascia fuori il caldo, accogli il freddo), questo il titolo della mostra, si compone di tre sezioni conformemente alle tre sale. La prima parte si intitola Una mostra immaginaria (Egy elképzelt kiállítás), dove i quadri rappresentano scene ispirate da Velasquez oppure dalla cultura europea in particolare dell’est. Nella seconda parte, Aderire alla nuvola (A felhőre nőni), il pittore continua questa tendenza con una rappresentazione più vibrante, evidenziando i toni surreali attraverso la malinconia del circo, dello zoo e delle fantasie dei sogni puerili. L’ultima parte, Paesaggio-placebo (Placebo-táj), è caratterizzato dalla natura rarefatta dei colori e delle pennellate che descrivono i paesaggi naturali.

Lo stile di József Pinczés è leggero e la tecnica virtuosa. Attraverso l’uso dei colori freddi e caldi sapientemente mescolati, l’artista crea un umore emotivo molto denso. Il critico d’arte Zoltán Lesi ha dichiarato a proposito del mondo pittorico di József Pinczés:

E’ come David Lynch con l’anima di un bambino della scuola materna che porta occhiali a forma di farfalla.

La galleria è aperta dal Lunedì al Venerdì, dalle 10.00 alle 18.00, il Sabato dalle 9.00 alle 13.00. Ingresso libero.

Viola Barta

Annunci

Un pensiero su “Műterem Galéria, Debrecen Batthyány u. 24

  1. Pingback: Se hai un cuore anche a te fa male quello che mi hai fatto – Una mostra al B24 Galéria di Debrecen | Debrecen chiama Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...